Le edizioni passate

primo16_72.jpg2013

La prima edizione del centro estivo Primo in Inglese, dedicato a bambini/e e ragazzi/e dai 5 ai 12 anni, si è svolta nella doppia sede di San Giovanni e di Opicina. Da giungo ad agosto, con orario mattutino (part-time) e pomeridiano (full time), i partecipanti hanno imparato l’inglese sfidandosi in partite mozzafiato di baseball, passeggiando all’interno del roseto più grande d’Europa, costruendo robot personalizzati, osservando da vicino l’arte dell’apicoltura e molto altro ancora!

Il tutto, in collaborazione con un power-network di soggetti locali quali la cooperativa sociale La Collina, il bar-ristorante Il Posto delle Fragole, l’associazione sportiva Forma Mentis, la cooperativa sociale Agricola Monte San Pantalenone, gli sportivi dell’Alpina JR, i ragazzi dell’AIESEC e gli start-uppari di Impact Hub Trieste!

11952818_1488428188121950_4390524218802934358_o.jpg

2014

La seconda edizione, anch’essa dedicata a bimbi/e e ragazzi/e dai 5 ai 12 anni, si è svolta ad Opicina dal 16 giugno al 5 settembre: 11 settimane dedicate all’apprendimento della lingua inglese attraverso il gioco, il divertimento e la creatività! Le attività proposte, finalizzate a favorire la socializzazione e lo sviluppo delle potenzialità individuali, hanno intrecciato momenti laboratoriali ad incredibili partite di pallavolo e pallavvelenata, alternando tornei di nascondino ad esperimenti creativi incentrati sull’arte e l’artigianalità, reading corner a workshop teatrali grazie alla collaborazione di una rete di partner di elevato profilo!

Il tutto, all’interno di locali attrezzati e sicuri, aree gioco e campi sportivi in regola con le normative di sicurezza per vivere un’estate all’insegna dell’amicizia all’aria aperta!

_MG_4969.jpg

2015

“Cartoncini animati”, “Uno, due, tre, prova microfono”, “Mamma che Chef”, “Buona la prima”, “Oggetti volanti” e “La città che vorrei” sono i titoli delle sei settimane tematiche che hanno impegnato i piccoli progettisti da giugno a settembre.

Due le formule possibili: part time, dalle 8 alle 13 con merenda inclusa e full time, dalle 8 alle 16 con merenda e pranzo compresi!

Ogni giorno si sono alternati un sacco di laboratori tematici (dal cinema al teatro, dalla radio al design, dall’architettura alla cucina), fantastici giochi pieni zeppi di creatività ed avvincenti sfide sportive all’ultimo minuto per imparare l’inglese divertendosi all’aria aperta!

Ogni settimana un tema diverso per esplorare la realtà che ci circonda, ampliando competenze critiche e capacità relazioni, sperimentando strumenti contemporanei ed innovativi in grado di stimolare il confronto e la condivisione!

Grazie a “Cartoncini animati” i partecipanti si sono cimentati nella scrittura e realizzazione del loro cartone animato, con “Uno, due, tre prova, microfono!” sono andati in onda sulle frequenza di Radio Fragola con una storia scritta ed interpretata da loro stessi; grazie a “Mamma che chef!” hanno provato l’ebrezza di sentirsi food designer per una settimana mentre con “Buona la prima” hanno testato le loro abilità e capacità teatrali; infine, con “Oggetti volanti” e “La città che vorrei”, i ragazzi si sono trasformati in artigiani del nuovo millennio ed urbanisti del futuro, disegnano e realizzando pezzi da collezione o riparando pezzi di città disastrata in nome della cittadinanza attiva e della cura e valorizzazione dei beni comuni.

SAM_0369.jpg

2016

“Cartoncini animati”, “Pop sports”, “Musicology”, “La città che vorrei”, “Mamma che chef!”, “Street art”, “Ready, steady, radio (fragola)!”, “Design a due mani”, “Buona la prima” e “Riders of the lost park” sono i titoli delle dieci settimane che dal 13 giugno al 9 settembre 2016 hanno coinvolto i quasi 100 partecipanti della quarta edizione del centro estivo più matto del mondo in attività collaborative, innovative ed inclusive.

Dalle 8 alle 16 (oppure dalle 8 alle 13 con formula part-time), si sono alternati workshop in lingua inglese a laboratori creativi, esplorazioni nel Parco di San Giovanni a giochi d’acqua all’interno della splendida cornice del roseto più grande d’Europa.

Ogni settimana un tema diverso e contemporaneo per esplorare la realtà che ci e li circonda, ampliando competenze critiche e capacità relazioni, sperimentando strumenti contemporanei ed innovativi in grado di stimolare il confronto e la condivisione!

Grazie a “Cartoncini animati”, i bambini e le bambine dai 5 ai 12 anni hanno realizzato un haiku animato dal titolo “Storia di un cavallo blu”, con “Pop sport” si sono sfidati in epiche gare di corse con i sacchi, tiro alla fune e nascondino mentre grazie al contributo del super-musicista Saverio Gaglianese, durante la settimana intitolata “Musicology”, hanno potuto sperimentare come ogni oggetto, anche il più comune e banale, può essere in grado di generare un suono fantastico. La settimana della “Città che vorrei” ha permesso ai partecipanti di individuare e segnalare con i mattoncini della LEGO una serie di barriere architettoniche che inibiscono la libertà di movimento nel Parco di San Giovanni mentre durante la settimana “Mamma che chef!” hanno potuto assaporare segreti della cucina creativa. Successivamente hanno dato libero sfogo alla loro creatività ed espressività attraverso gli strumenti tipici della “street art” e dato voce alle loro idee con il laboratorio radiofonico “Ready, Steady, Radio (fragola)!”. Infine, hanno progettato, ideato e soprattutto costruito il teepee dei loro sogni durante la settimana “Design a due mani” coordinata dall’atelierista Luca Gabrielli, hanno recitato nei giorni di “Buona la prima” e progettato, stampato e testato in prima persona un gioco di carte di ruolo nell’ultima settimana dedicata al mondo dell’esplorazione e della ricerca, “Ryders of the lost park”.

Dieci settimane intense e divertenti che hanno permesso di creare i presupposti per nuove amicizie che sicuramente si sono sviluppate nel corso del periodo invernale!

SAM_0330.jpg

2017

Un anno di cambiamenti e trasformazioni! L’esperienza, la metodologia e il know-how di Primo in Inglese ha dato origine all’Asino Blu! Non più la lingua inglese al centro dell’attività ma al suo posto una moltitudine di saperi, esperienze e competenze: dal linguaggio del corpo alle tecnologie più sofisticate, dalla musica all’arte contemporanea.

“Hey Mr. Dj!”, “Stilisti in fiore”, “Petali musicali”, “Takamako”, “Tech lab”, “Sentieri curiosi”, “Parkour mon amour”, “3D Printing”, “Lunapark San Giovanni” e “I colori delle emozioni” sono i titoli delle dieci settimane che abbiamo trascorso insieme…

Ma cosa abbiamo realizzato insieme in questa edizione? Un brano musicale da hit parade, una collezione di abiti dedicati al parco, un insolito itinerario di parkour, un luna-park modulare removibile e un’installazione urbana con la “realtà aumentata”… Vi sembra poco? Allora vi aspettiamo nell’edizione 2018!

Annunci